Argentario Sailing Week 2015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

1argentarioSailingWeek2015Giovedì 18 Giugno
Ore 17:00

dopo essermi recato dal mio amico Vittorio in cima a Porto Santo Stefano per ritirare delle sartie nuove per una barca su cui sto facendo dei lavori, mi reco all'appuntamento fissato nella sala riunioni dello Yacht Club Santo Stefano, come prima di ogni regata c'è l'incotro formale per leggere bene il bando della manifestazione e per organizzare le giornate a mare tra i membri del comitato di regata e noi tecnici addetti al posizionamento dei campi di gara.
Tanti amici di sempre mi accolgono come uno dei migliori compagni di avventure, (ed in effetti ormai ne abbiamo fatte fare di miglia qui nei nostri mari a queste maestose barche...) Marco Poma, il Presidente del comitato  Giovanni Capitani e Sandro Gherarducci, Lorella, Renzo e tutti gli altri...

La Argentario Sailing Week è come sempre una regata importantissima in quanto queste splendide barche rigorosamente in legno si danno appuntamento qui nelle nostre acque una volta l'anno, riunendosi dalle varie parti del mondo per disputare questa tappa della Panerai Classic Yacht Challenge che oggi è arrivata alla sua 11° tappa.
Regata si, ma ancor più manifestazione, in acqua si respira il giusto agonismo e lo spettacolo è assicurato, sia in mare che a terra.
Il campo di regata come ogni anno consiste in 4 boe tetraedriche gialle disposte a cerchio i tutto il golfo trà Santo Stefano e Talamone + 2 boe arancioni per partenza e disimpegno di bolina.

Venerdì 19 Giugno
Prima giornata di regate, alle 8:30

siamo in banchina ai pontili dello YCSS a predisporre ancore, calumi e boe... la partenza è prevista per le 11:00 alle 10:00 usciamo con i due gommoni a posizionare le 4 boe gialle sulle coordinate GPS previste per la regata. 9 diversi percorsi possibili su queste boe per le caregorie Vintage, Classic e Spirit od Tradition. Oggi il percorso è il pennello numero 1, partenza, bolina disimpegno, rotta in senso orario verso Talamone, poi di nuovo fuori verso il largo, poi ultima boa di fronte a Punta Lividonia ed arrivo con passaggio di fronte al paese si Santo Stefano tra la barca comitato e la boa di fronte allo YCSS. La regata il primo giorno termina alle 17:00 con una giornata di sole e vento che non supera i 15 knts.

Sabato 20 Giugno
Arrivo al pontile alle 8:30
insieme a Francesco ci spostiamo in gommone al "villaggio" Panerai, composto al centro, dal classico tendone che ospita i regatanti per colazioni/aperitivi, allestito con i quadri più belli di queste regate, alcuni orologi delle officine Panerai in mostra, il tutto in ambiente molto elegante, da un lato gli uffici distaccati dello YCSS con l'albo delle classifiche e dall'altro lato i gazebi di servizio stampa, fotografi e quest'anno il gazebo di abbigliamento del nuovo sponsor, la SLAM.
Usciamo ad agganciare le boe ai calumi lasciati a mare e posizioniamo linea di partenza e bolina con i gommoni, il cielo è grigio oggi e preannuncia acqua, la regata parte alle 11:30 il pennello del percorso di regata è il numero 3.
Durante questa giornata si disputa anche il Challenge of Challenge ovvero la regata nella regata, iniziativa nuova ed avvincente promossa da Panerai che vuole che a turno ad ogni tappa, due imbarcazioni della stessa categoria si sfidino, a Santo Stefano erano "Naif" e "Sagittarius" con la vittoria di quest' ultima che si aggiudica il primo Challenge della storia, il regolamento di questa sfida è molto semplice, non si puo protestare l'avversario su niente, la bravura sta nel prevedere e prevenire le mosse dell' avversario per tempo, e grazie all' arte marinaresca ed alla preparazione e spirito d'animo di ogni equipaggio prevalere per vincere, sempre ovviamente nel rispetto della sportività e della tradizione marinaresca che caratterizza in tutto questo tipo di regata.
Una volta partite tutte le batterie, al controstarter salpiamo come di consueto la boa di partenza ed andiamo a posizionarla di fronte allo YC come boa di arrivo.
Nel frattempo un paio di gocce d'acqua provano timidamente anche a scendere, ma con scarsi risultati.
Dopo pranzo anche la giuria si mette in posizione e mentre le barche sono ancora alle boe Tango ed India (Talamone) noi ci accostiamo in gommone al bar dello YC per portare dei graditi caffeini in barca comitato.
Usciti nuovamente a mare per portare al comitato caffè e cioccolatini, abbiamo la piacevole sorpresa, finalmente nel frattempo è uscito il sole, adesso a bordo della giuria, mentre Giovanni racconta le sue avventure, si bolle dal caldo.
Ore 14:30 iniziano le prime inbarcazioni a girare l'ultima boa di oggi la Lima, i nomi delle barche al comando sono sempre i soliti; il Moro di Venezia, Sagittarius, Mida, Cholita, Manitou, Halloween ecc ecc...
L'ultima barca della giornata oggi, con un venticello da Ponente meno intenso, ma più regolare, taglia la linea alle 16:00

Domenica 21 Giugno
Finalmente una mattinata come si deve!
Sole e poco vento regim de breeze estivo tipico nostro, durante la notte mega acquazzone, arrivo al pontile un pó più con calma in quanto ultimo giorno e noi super organizzati a mare, parcheggiata la macchina vado al villaggio Panerai con uno scooter di un amico perche lui trasferiva invece il gommone via mare e poi si sarebbe ritrovato in piazza il mezzo, parcheggio di fronte al bar Giulia dove è ormeggiato proprio di fronte il Moro di Venezia! affascinato, come ipnotizzato ogni anno da questa barca, mi avvicino al Moro e chiedo chi fosse il comandante, mi indicano un signore che scende la passerella e con il mio miglior sorriso e savoir fair gli chiedo una maglietta ricordo, io sono affascinato da sempre dal Moro e per me quello che mi ha fatto il comandante é un bellissimo regalo!!!! Entrato infatti dentro ad un passa uomo a dritta dell' albero ne esce con una maglietta grigia del Moro di venezia e me la regala!!!!!!! Ringrazio tantissimo e dopo uno scambio di battute il suono della barca comitato che esce a mare indica che dobbiamo mollare gli ormeggi, ed é il momento di andare.
Usciamo in gommone insieme alle barche della manifestazione e ci rechiamo sul punto per la partenza, oggi il percorso è il pennello numero 2, il vento si lascia desiderare e noi ne approfittiamo per salpare una delle nostre boe che non è prevista in questo percorso, portandoci avanti con il lavoro.... Alcuni equipaggi oggi sono vestiti in maschera come da tradizione, ed animano l'attesa del vento incrociando le altre barche ed i gommoni dell' organizzazione.
Ore 12:40 il maestrale entra prima timido e fa partire tutte le batterie in gara, poi nel passare del tempo aumenta sempre più fino ad un massimo di 12 nodi, quando è forte!, Xarifa lo Schooner di 50 metri la piu grande quest' anno si ritira e torna indietro girando davanti alle prime imbarcazioni che stavano risalendo verso l'Argentario, a vele spiegate e con quel gennaker di Dio solo sa quanti metri quadrati, fiancheggiamo Xarifa e ammiriamo la manovra di ammainaggio del gennaker, con una calza tipo la nostra EasySnuffer, (ma peggio direi) in 3 persone, si attaccano letteralmente alla drizza della calza tirandola giu di peso, ed in poco più di un minuto, quella enorme tela è raccolta sul ponte della nave a prua!
Le ultime 3 barche della coda oggi non riescono a tagliare il traguardo per il tempo limite di questa ultima giornata di tegate 2015

L'Argentario Sailing Week fa parte del Circuito del Mediterraneo del Panerai Classic Yachts Challenge. La prima tappa in calendario è stata quella delle Les Voiles d’Antibes (3 – 7 giugno 2015). L’Argentario Sailing Week di Porto Santo Stefano è la seconda e a seguire il programma prevede la Mahon XII Copa del Rey de Barcos de Epoca alle Isole Baleari (25 – 29 agosto 2015) e la tappa finale a Cannes per le Regates Royales (22 – 26 settembre 2015).

CLASSIFICHE:

Spirit of Tradition: 1 degrees. Mida (ITA) - Alessandro Porcelloni; 2 degrees. Wind &Wine (ITA) - Francesco Kovarich; 3 degrees. Pyxis (ITA) - Pierpaolo Perrotto
Classic >14mt: 1° Sagittarius (FRA) - Thierry Laffitte; 2°. Naif (ITA) - Ivan Gardini; 3 degrees. Chin Blu III (ITA) - Giuseppe Caruso
Classic < 14mt: 1° Il Moro di Venezia (ITA) - Massimiliano Ferruzzi; 2° Corsaro II (ITA) SVMM, 3° l. Stella Polare (ITA) SVMM
Vintage > 15mt: 1° Cholita (ITA) - Maria Linda Nettis; 2° Jalina (ITA) - Luciano Frattini; 3° Aleph (ITA)
Vintage < 15mt: 1° Manitou (USA) - Phil Jordan; 2° Chinook (ITA) - Paolo Zanoni; 3° Rowdy (GBR) Howard Dyer
The Overall winners of the Regatta received a Officine Panerai timepiece: Manitou (Vintage), Sagittarius (Classic) and Mida (Spirit of Tradition).

logo underslotxd002

banner-infografica-vela