Pasquavela 2015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Come ogni anno torna la Pasqua e noi veniamo per tempo ingaggiati dallo Yacht Club di Porto Santo Stefano per far parte dello staff tecnico che disporrà a mare i campi di regata di Pasquavela 2015!
Da anni ormai collaboro con i migliori posaboe d'Italia (Marco Poli in primis) a questa importante regata, alla Argentario Sailing Week Panerai Classic Yachts, e ad altre importanti manifestazioni Nazionali e Mondiali organizzate dallo YCSS. Proprio loro, durante queste regate, mi hanno pian piano insegnato questo mestiere, che puó essere anche semplice in regate dilettantistiche o con vento leggero, ma che diventa molto complesso a livelli professionistici o se come in queste 3 giornate, le boe devono stare perfettamente disposte al vento anche con 30 nodi di vento e mare formato.

Venerdì 3 Aprile 2015

ore 17:00 siamo in riunione allo Yacht Club a Santo Stefano con il CdR per leggere il bando preparato dal comitato organizzatore, organizzare le regate di Sabato Santo, Pasqua e del Lunedì dell' Angelo e per dividerci i ruoli, io sarò il controstarter e mi occuperó della linea di partenza, di una boa del gate di poppa e della linea di arrivo, Marco si occuperà dell'altra boa del gate di poppa, della boa e del disimpegno di bolina per due gruppi IRC e ORC, Francesco si occuperà delle boline della classe J24.
Dopo la riunione scendo ai pontili per attrezzare il gommone; controllo ed imbarco calumi ed ancore, capra salpa ancore, strumenti per la rilevazione del vento, sacche con le bandiere, aste, carburante, documenti ecc ecc... (i gommoni sono messi cone sempre a disposizione dal mio amico Riccardo e dalla Argentarola noleggi).

Sabato 4 Aprile 2015

ci troviamo presto in banchina ed usciamo dietro alla giuria per le 10:00, il segnale di avviso del 1° gruppo J24 è previsto per le ore 11:00 il vento è un SW che soffia a 15 nodi dividendosi sull'Argentario e salta un po a destra ed un po a sinistra, posizioniamo il campo sotto una pioggerella fina che si alterna alle raffiche di vento (piove meno vento, smette di piovere ed aumenta il vento) La partenza viene data regolare e la prima regata va liscia per le circa 50 barche in gara suddivise in 3 gruppi (J24, IRC ORC 1 e IRC ORC 2). La seconda regata, dopo una aggiustata della linea di partenza inizia con lo stesso vento della prima sui 240° circa 16 nodi, ma poi viene data una C per un salto a 270° rinforzando fino a 20 nodi.
Rientriamo con 2 prove disputate per la classe altura e 3 prove per i J24. Giusto il tempo di ormeggiare i gommoni ed uno scroscio d'acqua ancor più intenso di tutta la giornata inizia a cadere per andare poi avanti per tutto il resto della giornata e (nottata).

Domenica 5 Aprile 2015 (Santa Pasqua)
La mattinata è nuvolosa e fredda, sono le 8:30, non piove per adesso e tutti, sia noi dell'organizzazione che i regatanti, ci "schiudiamo" pian piano occupandoci delle nostre cose, riorganizzando le attrezzature per la giornata, io ho un taglio sul polpastrello del dito anulare destro, fatto pensate un po, per aprire un semplicissimo moschettone a fine regate il giorno precedente a terra!! cioè dopo aver calato e salpato ancore con un gommone  di40CV, catene, cassette e quant'altro sotto la pioggia, mi sono fatto male alla mano proprio nella maniera più stupida!!! speriamo bene oggi perchè la mano mi servirà!
Usciamo puntuali alle 10:00 dopo varie battute e in banchina tra noi e gli equipaggi, il vento stamani è gia dichiarato da NE sui 18 nodi ed infatti la linea la posizioniamo sotto l'Argentario e le boline verso la foce del fiune Albegna. Una volta ancorata la barca giuria studiamo per una mezz'oretta il vento e disponiamo il campo in tempo record, nel frattempo che vengono fatti tutti i preparativi e dati i segnali di partenza ai J24 il vento sale gia a 20 nodi e tutti e 3 i gruppi partono con non meno di 20 nodi.
sul finire della prina regata dei J24 (che fanno un percorso molto piu corto delle altura) il vento raggiungeva gia i 26 nodi, co molta volontá d'animo i J ripartono per un'altra prova con ben 27 nodi. Nel frattempo le scene che arrivano dalla bolina delle classi altura sono "Apocalittiche", il mare inizia ad ingrossare, sprazzi di pioggia sferzavano entrambi i campi spinti dai 27/28 nodi e le palle colorate degli spy che pian piano si sgonfiavano fileggiando fortemente per evitare le straorze o le strapogge che puntualmente arrivavano!
All'arrivo sulla linea si contavano le rande e gli spy strappati dei meno esperti, e gli arrivi in planata degli equipaggi più bravi! (ma perchè insistere a regatare con quel vento se non si è sicuri del proprio equipaggio dico io?!?!!)
Finita la prima prova anche i due gruppi altura viene issata dalla barca giuria la bandiera IntelligenzasullaA che stava a significare che le barche che avevano terminato la regata potevano tornare a terra!
Finiscono anche la seconda prova i J24 e "sparecchiamo" il campo di regata (che non si era mosso di 1 cm da dove era stato calato), rientriamo a terra con due belle prove per i J ed una emozionantissima per la classe IRC ORC.
A domani per l'ultima giornata di regate e per la classifica finale della PasquaVela 2015!

Lunedì 6 Aprile 2015
Al mio arrivo dalla Giannella alle ore 8:15 gia si intuiva che le previsioni meteo avevano azzeccato in pieno il meteo di questo week end Pasquavea! Le regate del Lunedì Santo probabilmente non si sarebbero disputate causa vento forte da N. Un mare imbiancato dal vento sembrava infatti confermare tutto questo.
Arrivo in banchina il freddo ed il vento sferzvano gli alberi delle barche, tra gli equipaggi regnava un clima un po sereno un po teso in attesa delle decisioni del comitato di giuria. Arriva il momento di uscire in mare e viene issata l'Intelligenza a terra, segno che le uscite a mare sono posticipate, il vento supera ormai i 30 nodi... alcuni iniziano a mettere a posto mentre mare e vento rinforzavano, altri ne approfittano per scambiare due battute e chiacchierare, altri a scaldarsi nei bar, altri a bordo delle barche. Noi attendiamo a bordo della barca goiuria ormeggiata in porto l'evolversi della situazione e intorno alle 12:00 per tagliare la testa al toro, usciamo in gommone io Francesco ed il presidente del comitato per misurare il vento, mare grosso e vento oltre i 26 nodi ci danno la conferma definitiva, al nostro rientro viene issata N su A le regate della giornata sono tutte annullate! non rimane che sistemare barche e bagagli ed aspettare la premiazione allo Yacht Club delle 16:00


Al prossimo anno con il consueto appuntamento con le regate di Pasqua a Porto Santo Stefano!!!


CLASSIFICHE:

Gruppo IRC1
"Lancillotto" (First 40) - "Vag2" (Grand Soleil 40BC) - "Milù" (Mylus 14.55)
Gruppo IRC3
"Zigo Zago" (Grand Soleil 37B) - "Faster2" (First 34.7) - "White Pearl" (Sun Odyssey 44)
Gruppo ORC1
 "Milù" (Mylus 14.55) -  "Lancillotto" (First 40) - "Pierservice" (Grand Soleil 46B)
Gruppo ORC3
"Low Noise" (Italia 9.98) - "Scugnizza Total Lubmarine" (NM 38) - "Zigo Zago" (Grand Soleil 37B)
Gruppo J24
"Rootman" (Germania) - "S.K.Sullberg" (Germania) - "La Superba" (Italia)

Durante la premiazione, sono state premiate anche le imbarcazioni che hanno ottenuto i migliori piazzamenti nella giornata di domenica con la consegna delle tradizionali uova di Pasqua.

Il programma sportivo dello Yacht Club Santo Stefano proseguirà con il Campionato Nazionale D-One che si svolgerà dal 30 maggio al 1 giugno e con l'evento clou della stagione, l'Argentario Sailing Week – Panerai Classic Yachts Challenge, è in programma dal 18 al 21 giugno. (La manifestazione, organizzata in collaborazione con Officine Panerai, storica maison fiorentina di alta orologeria, è riservata a yacht a vela d'epoca e classici e fa parte del più importante circuito internazionale di regate per vele d'epoca, il Panerai Classic Yachts Challenge).

 

logo underslotxd002

banner-infografica-vela