Giglio; L'sola dei bagni fuori stagione..

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Giglio20-21Ott16Due racconti diversi tra loro, in periodi vicini tra' loro sulla medesima isola del Giglio.

il primo viaggio e' stato a fine Ottobre, grazie al week end caldo ancora abbastanza da fare 2 bagni in 2 rade diverse, si e' vissuta l'isola un po' piu' dulla costa. Il secondo viaggio e' stato a fine Novembre e l'umidita' ed il poco vento, nullo direi, ci hanno fatto passare un piacevole week end in porto ed a spasso sull' isola...

20 Ottobre 2012

Ore 10:00 Partiamo da Cala Gaera io, Angelo e Rubel, in un' assolato sabato nel quale tutto avremmo immaginato, tranne che ci avrebbe regalato un bel bagnetto in mare, arrivati infatti nei pressi dell isola, entriamo a cala delle Caldane per pranzo, solo dopo aver gettato l'ancora, ci accorgiamo che il caldo sole e l'acqua piacevolmente feesca erano un...

binomio perfetto per un bagno fuori stagione (per Angelo e Rubel ovviamente!!), io invece mi infilo in cucina a preparare per pranzo, mentre loro si tuffano in acqua a nuotare e sguazzare per una buona mezz'ora. Pranzati ed asciugati ci dirigiamo verso il porto, ancora adagiata sul fianco la Costa Concordia, mentre gli passiamo davanti eseguiamo tutte le procedure come richiesto dall' attuale ordinanza che vige sull'isola, prima si contatta sul canale 13 la Guardia Costiera e se loro danno il permesso, si contatta l'ormeggiatore che e' in ascolto sia sul 13 che sul 9 e si chiede se c'e' posto e si puo' entrare. Ci trovano un posticino in banchina con corrente e corpo morto, perfetto per noi.

Ormeggiata la barca scendiamo in visita al porto, dove ancora i negozi di souvnir sono tutti aperti come in estate e mentre camminiamo, prenotiamo al classico ristorante da Maria per la cena. Circa alle 21 siamo tutti e 3 su al Castello che ci dirigiamo da Maria per cenare. Dopo una cena squisita come sempre, ci fermiamo fino a mezza notte circa al bar "Ajo'" per un' caffè ed un ammazza caffè a scambiare due chiacchiere con gli isolani su vari argomenti di attualità sull' isola (io prima o poi mi trasferisco al Giglio).

Dimenica 21. Ci svegliamo presto, la giornata e' addirittura meglio della precedente, dopo una tiepida colazione facciamo il giro di alcune case e ci accovacciamo al sole a guardare i movimenti dei lavori sulla nave adagiata sul fianco, al largo nel canale intanto, due rimorchiatori stanno avvicinando la mega chiatta allestita con le abitazioni per gli operai che ormeggeranno di fianco alla nave. Tornati in porto lasciamo gli ormeggi per lanciarci in un giro dell' isola prima di rientrare alla base. Ci fermiamo a pranzare a Campese dove adesso che siamo lontani dalla stagione balneare, possiamo avvicinarci a dare fondo a terra fin quanto il pescaggio della barca e la normativa lo permettono, la stagione balneare e' lontano si, ma la giornata permette di fare ina seconda nuotata fino a riva.... replay di ieri, io a preparare un pranzo con frutta e verdura e poi salpiamo per issare subito le vele e veleggiare anche con 19 nodi fino a metà del canale Giglio-Argentario dove il vento poi ci mollerà progressivamente, finito il vento abbocca un bel tombarello di 2 Kg. Rientriamo e sistemiamo la barca al calar del sole circa le 18:45 per salutarci con un forte abbraccio trà compagni marinai che riassumeva tutte le parole da esprimere per le due giornate meravigliose appena trascorse.

Giglio20-21Ott1Giglio20-21Ott2Giglio20-21Ott3Giglio20-21Ott4Giglio20-21Ott5Giglio20-21Ott6Giglio20-21Ott7Giglio20-21Ott8Giglio20-21Ott9Giglio20-21Ott10Giglio20-21Ott11Giglio20-21Ott12Giglio20-21Ott13Giglio20-21Ott14Giglio20-21Ott15Giglio20-21Ott17Giglio20-21Ott18Giglio20-21Ott19Giglio20-21Ott20Giglio20-21Ott21Giglio20-21Ott22Giglio20-21Ott23Giglio20-21Ott24Giglio20-21Ott25

23 Novembre 2012

Ore 13:00 partiamo da Cala Galera con "Alisea" io ed Angelo, per un week end all'isola del Giglio, le giornate dal mese scorso sono molto accorciate e fa buio presto, inoltre anche il calore dell'aria non e' piu' come prima, anche se al contrario, ed oggi in particolare, nonostante la grossa nube che fa da cappello all' Argentario non si usa ancora il giubbotto, ma ancora la felpa. Mangiamo una salutare insalatona con pomodori, mela ed uva, accompagnata da salmone mentre navighiamo a motore verso l'isola, scivolando in un mare piatto come l'ololio, non una briciola di vento, a parte il nostro che ci arriva in faccia con l'avanzamento della barca. Arriviamo sotto la Concordia che ormai e' stata circondata dai mezzi, la piattaforma con le abitazioni degli operai, una nave ancorata ed altre varie enormi piattaforme con grù e macchinari vari sopra ed i lavori procedono a tutta birra. Solite formalità, avvertiamo la Capitaneria che siamo fuori dal porto e dopo gli ormeggiatori. Anche questa volta possiamo ormeggiare, non con estrema semplicità, infatti molti posti sono occupati dalle barche che lavorano e dalle pilotine che portano avanti e indietro gli operai ed i sub che si danno i cambi nei turni. Ci mettiamo all'inglese sul pontile galleggiante, molto interni senza corpo morto, per stanotte andrà piu' che bene, non sono previsti particolari venti, per fortuna la colonnina funziona, e' diventata ormai fondamentale infatti avere la corrente per dormire caldi con la stufetta.

Anche in giro per l'isola e' tutto meno vivo, come le giornate accorciate, sono le 17:30 ed e' gia' buio, ad animare i locali e le vie del porto ci sono solo Inglesi, Svedesi o Olandesi e vigili del fuoco od operai che lavorano alla nave giorno e notte.

Saliamo al castello per cena, l'umidità e' forte ma non e' freddo, al castello lo spostamento d'aria e' sempre piu' accentuato che al porto. Entriamo per cena alla "Porta", anche questo e' un bar/ristorante molto tipico dove si mangia veramente bene, con vista sulla vallata della costa E dell' isola fin giù al porto. A cena al tavolo di fianco a noi ed alla stufa a pellet, una tavolata di vigili del fuoco, al bar altri ragazzi che vanno e vengono. Dopo cena facciamo due passi per i vicoli del castello, l'odore della legna bruciata nei camini riporta ancor piu' la sensazione di antichità di quei luoghi, scendiamo al porto che sono le 23:15 circa, ma il sonno non e' ancora nei nostri pensieri, passeggiando per il porto ci imbattiamo in una cena organizzata al "Demino", dove si parla solo in inglese, andiamo verso il lato opposto del porto e troviamo movimento al "Bar Monti", decidiao di entrare e fu cosi' che passai la serata piu' interessante di tutto il mese di Novembre.

Alcuni ragazzi dell' isola e sopratutto il gestore del bar li conoscevo di vista o di nome in comune con alcuni altri amici, altri per le nostre frequenti gite sull'isola e ci accolgono a braccia aperte (qui' i festeggiamenti del week end erano già iniziati da un pezzo), noi iniziamo da un decaffeinato e da un' ammazza caffè, conosciamo Alessandra la barista che da subito si dimostra loquace e gentile. Dopo una ventina di minuti, da 4/5 che eravamo, entra un bel gruppo di persone a bere caffe e shortini a tutta manetta, erano sicuramente un cambio di turno dei lavoratori sulla Costa Concordia,a giudicare da come erano vestiti e sporchi, alcuni con i VHF pronti a rispondere, altri sono sommozzatori Americani, altri due già cambiati in disparte, a discutere ed a funare sui divani fuori. iniziamo a conoscere un po' tutti, a fare giri di shortini offerti ed a offrirne altrettanti, intanto a turno qualcuno cambiava video da youtube al portatile del bar, creando una serie di situazioni sonore a gusto soggettivo. Morale della favola? Ce ne torniamo in barca al calduccio solo alle 4:45 quando fino a chiusura qualcuno e' rimasto a discutere delle piu' disparate storie di mare... molte a dire il vero che logicamente riguardavano l'incidente della Costa Concordia, molto interessante quindi perche' storie raccontate dal punto di vista degli isolani, da quello degli Italiani, da quello degli Americani e da chi ci lavora sopra tutti i giorni.

Giglio23-24Nov1Giglio23-24Nov2Giglio23-24Nov3Giglio23-24Nov4Giglio23-24Nov5Giglio23-24Nov6Giglio23-24Nov7Giglio23-24Nov8Giglio23-24Nov9Giglio23-24Nov10Giglio23-24Nov11Giglio23-24Nov12Giglio23-24Nov13Giglio23-24Nov14Giglio23-24Nov15Giglio23-24Nov16Giglio23-24Nov17Giglio23-24Nov18Giglio23-24Nov19Giglio23-24Nov20

banner-infografica-vela